giovedì 31 gennaio 2008

Attenzione alle ascelle, zona a rischio

Vi riporto questa notizia, si potrebbe dire dal tutto al niente...

(ANSA) - ROMA, 31 GEN - Toccare una donna sotto le ascelle e' violenza sessuale: lo ha sancito la Cassazione, confermando una condanna a 2 anni e 2 mesi di carcere..La pena e' stata sospesa dalla condizionale, ma per la suprema Corte le avances di un ragioniere nei confronti di una giovane praticante del suo studio rientrano comunque nella fattispecie: l'uomo le aveva accarezzato i capelli e le aveva messo le mani sotto la maglietta toccando la schiena della giovane in corrispondenza del seno.

Read More...... DiggIt!Add to del.icio.usAdd to Technorati Faves

Aborto: sfogatevi

E' un titolo puramente provocatorio quello che ho dato a questo topic, proprio perché voglio sentire le vostre opinioni, razionali e non, ideologiche o no, dettate da religione o volontà e chi più ne ha più ne metta.

Vi lascio solo un po' di link e vi invito a rispondere al sondaggio che ho posto in cima al blog.
Qui per vedere le varie legislazioni.
Qui c'é il testo della 194.
Qui cosa ne pensa l'associazione Luca Coscioni e qui invece il movimento per la vita.

Se avete altri link interessanti da citare fatelo pure.

Permettete che vi posti anche un articolo che ho letto per caso sulla rete, é di qualche giorno fa.
Potete prendere questo come spunto se volete.

A 13 anni può essere costretta ad abortire?La legge e i genitori hanno deciso di si.

E’ il caso di Valentina,una tredicenne di Torino,che una settimana fa ha dovuto interompere la gravidanza,frutto dell’amore con un ragazzo di 15 anni.

Nonostante lei si opponesse con tutte le sue forze,l’intervento è stato eseguito e come conseguenza la ragazza è stata ricoverata presso un reparto di neuropsichiatria per le sue intense reazioni di dolore e disperazione .

Secondo i medici che la curano sarebbe stato meglio che non rimanesse incinta ma non si dovevano trascurare le sue volontà.

Read More...... DiggIt!Add to del.icio.usAdd to Technorati Faves

lunedì 28 gennaio 2008

Perle di saggezza 4


Le donne veramente libere non abortiscono. La donna in molti casi abortisce proprio perché non è libera e la si rende tale se le si dà la possibilità concreta di non abortire.

Cardinale Camillo Ruini, dalla registrazione della trasmissione Otto e mezzo, che andrà in onda lunedì sera su La7.

Mi scusi Eminens, ma perché non chiedere alle dirette interessate?

La storia lo ricorda:
- il referendum abrogativo della legge 40 del 2005 (fallito miseramente per l'astensionismo vergognoso della Chiesa cattolica).
- il caso Welbi, al quale sono state negate le esequie (eppure il Catechismo della Chiesa Cattolica dice: « L'interruzione di procedure mediche onerose, pericolose, straordinarie o sproporzionate rispetto ai risultati attesi può essere legittima. In tal caso si ha la rinuncia all'« accanimento terapeutico ». Non si vuole così procurare la morte: si accetta di non poterla impedire. Le decisioni devono essere prese dal paziente, se ne ha la competenza e la capacità, o, altrimenti, da coloro che ne hanno legalmente il diritto, rispettando sempre la ragionevole volontà e gli interessi legittimi del paziente. » (tratto da wikipedia).


Insomma Eminenza, si goda la meritata pensione e lasci all'eretico mondo moderno di decidere se qualcuno é libero o no.

Read More...... DiggIt!Add to del.icio.usAdd to Technorati Faves

La pillola anticoncezionale previene il tumore alle ovaie

La pillola anticoncezionale previene il tumore alle ovaie. Addirittura l'effetto protettivo dura trent’anni dopo aver smesso di prenderla. Pare addirittura che fino ad oggi il suo uso abbia scongiurato nel mondo oltre 100 mila morti. Lo svela la rivista medica anglosassone The Lancet. Lo studio è stato condotto dalla ricercatrice Valerie Beral, dell’Università di Oxford. Maggiore è stato il periodo di assunzione della pillola, inferiore è il pericolo di contrarre la malattia.
Qui per leggere il resto dell'articolo (anche se il resto é praticamente una storia della pillola).

Bé, é senz'altro una buona notizia, specialmente per le donne che ne fanno uso.
Purtroppo il nostro Paese, come per tante altre classifiche positive, si trova agli ultimi posti per numero di donne che utilizzano la pillola.
Se non erro é provato anche che questa regolarizzi il ciclo, specialmente per chi soffre, appunto, di irregolarità.

Non é uno spot per provarla e fare felici noi maschietti, l'ho scritto perché credo sia responsabilità fare tutto il possibile per prevenire e sconfiggere quell'orrore che sono i tumori.

Read More...... DiggIt!Add to del.icio.usAdd to Technorati Faves

Dopo il V day ecco che arriva l'M day.

A quanto pare l'Italia deve andare avanti a "... day" deve aver pensato Beppe Grillo ed ecco la nuova iniziativa lanciata dal contestatissimo politicomico italiano.
L'M day sarà infatti il "munnezza day", il 23 febbraio, giorno dell'iniziativa, si raccoglieranno firme per chiedere di avviare la raccolta differenziata porta a porta.

E già che ci siamo mi sembra giusto parlare anche del V2 day, ovvero la seconda puntata del "vaffanculo day", prevista per il 25 aprile.
Tema della manifestazione stavolta sarà la libertà dell'informazione e a tale scopo verranno raccolte le specifiche firme.

Che dire, criticare Beppe Grillo? Appoggiarlo? Sinceramente non so più cosa dire, solo un commento mi sorge spontaneo: se un Paese non é in grado di dare un governo stabile agli italiani ed é attraversato da continui "... day" e raccolte firme ci sarà un motivo.

Read More...... DiggIt!Add to del.icio.usAdd to Technorati Faves

domenica 27 gennaio 2008

Il viaggio a Roma e cosa ne abbiamo tratto

In questi giorni di asfissiante teatrino politico e affannosa ricerca di tirate acqua al proprio mulino, sono andato a Roma per partecipare all'iniziativa di Sinistra Democratica di incontro dei gruppi e delle reti giovanili di sinistra per un dibattito aperto e una condivisione di obiettivi.
C'era molta gente, venuta da tutte le parti d'Italia. Quello che senz'altro ha più toccato la platea é stato il discorso dei compagni del sud, con l'immondezzaio sotto gli occhi di tutti e il persistente problema della mafia. Sono stato contento di sentire giovani (giovani veri, non cinquantenni, perché sia chiaro, gente della mia età) parlare con grande responsabilità dei problemi che li circondano, delineando strategie e volontà di scrollarsi di dosso il giogo di una fatalità e una mollezza attribuita generalmente ai giovani di oggi.
E' stato molto commovente vedere i compagni siciliani esultanti per le dimissioni di Cuffaro, contenti che la loro terra fosse di nuovo libera (parole testuali) e ancor più decisi a ripulire non solo i rifiuti, ma specialmente chi ha lasciato che questa situazione degenerasse per decenni. E allora si fanno senza problemi i nomi di Bassolino, Iervolino e di tutti quei politici che tanto hanno promesso, tanto sono stati votati e tanto o praticamente tutto non hanno ancora fatto.
Questo é l'atto che il centrosinistra non ha mai fatto e di cui tanto avrebbe bisogno. Prima di ripulirsi dei partiti dovrebbe ripulirsi dalla merda che sta al loro interno e dalle reti solide e decennali che li legano ad attività fin troppo discutibili in tante regioni d?italia.
Un moto di autocoscienza che aimé, vedo sfumare di fronte al personalismo di partiti come i comunisti italiani che premono per andare ad elezioni subito e salvare così la loro misera percentuale e all'arroganza del Partito Democratico, che con stile Orwelliano cambia e modifica linee di percorso per far accrescere le sue percentuali alle spese di chi ci crede sinceramente.

Serve pulizia nella politica italiana, ma serve anche la piena consapevolezza che non si può continuare a rimestare nello stesso calderone per fargli cambiare sapore: occorre cambiare gli ingredienti sia nella quantità che,soprattutto, nella qualità.

Qualità per una politica sana e per una svolta democratica e riformista (nella sua accezione più alta, non nelle dichiarazioni lassative di certe persone) che dia al Paese ciò di cui ha bisogno.

Ieri Sinistra Democratica ha chiesto al Capo dello Stato Napolitano di formare con tutti i mezzi un governo tecnico per varare le riforme. Ma che con riforme NON si intenda SOLO la legge elettorale, ma anche e soprattutto una risoluzione per le urgenze.
Sinistra Democratica ieri ha chiesto oltre alla legge elettorale che si faccia una legge di tutela degli incidenti e dei morti sul lavoro, che si tolga dall'oppressione e dal feudalesimo dei partiti la nomina per i dirigenti sanitari e, cosa forse più importante, che dia 'piena applicazione al comma 4 dell'articolo 1 della finanziaria, che prevede di destinare ogni eventuale extra gettito, a partire quindi dalla trimestrale di cassa, a salari e redditi più' bassi'.


Questo ha bisogno il nostro Paese, questo é l'unico e alto movente per la costituzione di un governo transitorio, questo é ciò per cui lotteremo con chiunque voglia far ripartire questo Paese.
Per citare le ultime parole di Mussi alla manifestazione di ieri: "non aspettate che qualcuno vi dia il potere, prendetelo e continuate a lottare per cambiare le cose".


Per la nostra situazione desenzanese mi riservo di comunicarvi nella prossima settimana importanti novità.

Read More...... DiggIt!Add to del.icio.usAdd to Technorati Faves

Porte Aperte all'università di Trento


Venerdì 15 febbraio si terranno a Trento le Porte Aperte, alle quali sono invitati a partecipare gli studenti del quarto e del quinto anno della scuola media superiore.
Ecco il programma con tutti gli orari.

Come già ribadito, mi metto a disposizione per chi vuole venire (soprattutto a lettere a sentire una lezione) in quel giorno e in quelli successivi.

Read More...... DiggIt!Add to del.icio.usAdd to Technorati Faves

Non dimentichiamo


Voi che vivete sicuri
Nelle vostre tiepide case;
Voi che trovate tornando la sera
Il cibo caldo e visi amici:

Considerate se questo è un uomo
Che lavora nel fango
Che non conosce la pace
Che lotta per mezzo pane
Che muore per un sì e per un no

Considerate se questa è una donna,
Senza capelli e senza nome
Senza più forza di ricordare
Vuoti gli occhi e freddo il grembo
Come una rana d'inverno:

Meditate che questo è stato:
Vi comando queste parole:
Scolpitele nel vostro cuore
Stando in casa andando per via,

Coricandovi alzandovi;
Ripetetele ai vostri figli:
O vi si sfaccia la casa,
La malattia vi impedisca,
I vostri cari torcano il viso da voi.


Primo Levi

Read More...... DiggIt!Add to del.icio.usAdd to Technorati Faves

venerdì 25 gennaio 2008

Piccolo viaggio e interruzione

La normale attività di questo blog verrà interrotta nei prossimi due giorni dato che tra poche ore parto per Roma.
Riprenderò a postare da domenica sera o forse addirittura da lunedì, anche se da Trento (ammesso che freghi a qualcuno;).

A presto, vi lascio con il nuovo trailer di Star Trek XI che uscirà a Natale.



video

Read More...... DiggIt!Add to del.icio.usAdd to Technorati Faves

giovedì 24 gennaio 2008

Piccole considerazioni


Non ho voglia di fare un pensiero più elaborato al momento (anche perché sono quasi in partenza per Roma) e quindi mi limito a postare il mio intervento fatto sul forum del liceo Bagatta.


Prodi salirà al Quirinale già questa sera e inizia il toto proposte e strategie per il futuro.
Ad essere sinceri penso che l'unica soluzione che si prenderà non sarà nell'interesse dal Paese, da una parte per le evidenti posizioni diametralmente opposte sulla legge elettorale e sul fango che é stato tirato addosso al partito democratico (a mio parere quasi totalmente condivisibile), dall'altro per un opposizione affamata e fremente di vendicare lo smacco subito meno di due anni fa.
Difficile prevedere un governo istituzionale per le riforme. Possibile voto in brevi tempi con la stessa legge elettorale.
E il teatrino ricomincerà.

Bisogna comunque prendere nota del fallimento politico di questo Governo, fallimento imputabile in molte parti a singoli personalismi e a disattesi interessi, ma fallimento imputabile anche alla mancata piena sintonia e anzi al distacco "tecnico" da alcune drammatiche necessità del Paese.
Penso sia più importante vedere come stanno veramente le cose ed evitare che la gente non arrivi a fine mese piuttosto che preoccuparsi di quello che pensano osservatori esterni.
Va dato atto di coraggio e di dignità a Romano Prodi (e su questo veramente dissento totalmente con il centro destra e anche con il Partito Democratico che aveva inizialmente caldeggiato questa idea) per aver parlamentarizzato la questione e chiesto la fiducia al Senato e alla Camera.
Credo che un presidente del consiglio abbia il pieno diritto e dovere di sapere chi lo ha sostenuto e chi no e soprattutto perché.
Penso che con questo il quadro politico, almeno a parole e ad agire politico, sia più chiaro.



Aggiungo solo che spero in un senso di civiltà da parte del centro destra e di non vedere, magari in altri luoghi e in altre modalità, alcuni comportamenti che si sono presentati oggi di fronte al Paese.

Read More...... DiggIt!Add to del.icio.usAdd to Technorati Faves

lunedì 21 gennaio 2008

Come cambiare radicalmente l'aspetto del vostro desktop

Dato che mi piace sperimentare e soprattutto personalizzare e modificare i miei piani di lavoro, ho trovato un'interessantissima applets che vi permetterà di modificare a vostro piacimento barre e strumentazioni della vostra scrivania.
L'applicativo si chiama gDesklets e in pochi passi vi permetterà di modificare il vostro desktop.
Una foto come esempio (il mio attuale desktop).




Ovviamente si può fare molto di più, ma per il momento mi sono limitato ad inserire due desklets (l'orologio. l'attività del CPU e la barra stile Mac).


Ora capiremo come fare:

1) sudo apt-get install gDesklets (oppure dai pacchetti synaptic cercare gDesklets)
2) apritelo (si trova negli accessori)
3) fate le vostre modifiche:selezionate dal menu a sinistra le categorie che vi interessano, poi a destra le desklets con un doppio click, posizionatele sul desktop e modificatele ulteriormente (con il tasto destro)
4) ora dovete configurare gDesklets perché si avii all'inizio della sessione: andate su sistema>preferenze>sessioni e aggoingete gDesklets come nome , gdesklets come comando e quell0o che volete nel commento.

Ora é tutto pronto, l'unica magagna é che se schiacciate il pulsante "mostra desktop" si ridurranno ad icona anche le vostre barre! Speriamo che questo problema venga risolto presto. Comunque se le riducete a mano le barre non scompariranno.

Buon lavoro!

Read More...... DiggIt!Add to del.icio.usAdd to Technorati Faves

domenica 20 gennaio 2008

Piccola parentesi

Rompo il silenzio per la scomparsa di Luciano per fare una brevissima parentesi.
Ho cercato di trattenermi ma le dichiarazioni di ieri mi hanno fatto veramente perdere il controllo.
Le dichiarazioni del segretario del PD Veltroni gettano una pesante ombra sul futuro del centrosinistra.

Ha platealmente dichiarato che il PD correrà da solo, con qualunque legge elettorale.
Ora, come é ovvio, tutti i lecconi del PD mi diranno che questa é sempre stata la loro intenzione (sento puzza di 1984, eppure noi dovevamo essere gli interlocutori privilegiati del nuovo soggetto politico). A questi io dico: continuare a cambiare idea (gli ideali non esistono più già da tempo) alla fine scontenterà tutti e porterà solo ad una cosa, far vincere il centrodestra.
Vi ringrazio però, avete finalmente dimostrato a cosa volete arrivare: alla gente che deve decidere tra due pagluiacci con la bandierina sulla giacca che sorridono e promettono le stesse identiche cose.
Mi ricorda qualcosa... Ma non é possibile emulare un sistema che esiste già dalla nascita e funziona limitatamente ad un Paese.
Prima di fare queste idiozie sarebbe meglio risolvere altri problemini, come i rifiuti o una bella pulizia dei nostri rappresentanti politici corrotti e condannati.

Chiusa la parentesi.

Read More...... DiggIt!Add to del.icio.usAdd to Technorati Faves

sabato 19 gennaio 2008

Lutto

Purtroppo ci ha lasciato questa notte il compagno Silvano, dopo una lunga malattia.
Le mie più sentite condoglianze alla moglie Franca e a tutti i compagni dell'Auser, dello SPI CGIL e dei Democratici di Sinistra.
Sentiremo tutti la sua grande mancanza.

I funerali Lunedì nel primo pomeriggio in Duomo.

Read More...... DiggIt!Add to del.icio.usAdd to Technorati Faves

giovedì 17 gennaio 2008

Perle di saggezza 3


Scusate se abbondo, ma questa proprio ci voleva.

« Sono percepito come un nemico da frange estremiste delle toghe che hanno preso mia moglie in ostaggio»


«Nonostante abbia lavorato giorno e notte per dimostrare la mia credibilità e la mia buona fede di interlocutore affidabile per il mondo della giustizia, oggi mi accorgo che sono stato invece percepito da alcune frange oltranziste come un avversario da contrastare, se non addirittura un nemico da abbattere» (da dementemastella.blogspot.com).

Clemente Mastella, leader dell'UDEUR, ex (per ora) ministro di Grazia e Giustizia.

Il 14 ottobre 2007 Mastella viene iscritto nel registro degli indagati della procura di Catanzaro nell'ambito dell'inchesta "Why not" , l'ipotesi di reato è abuso di ufficio. Il coinvolgimento del Ministro nell'inchiesta sarebbe motivato dai suoi presunti rapporti con l'imprenditore Antonio Saladino. L'indagine coinvolgerebbe l'attività imprenditoriale di Saladino, titolare in passato di una società di lavoro interinale denominata Why Not. Agli atti figurano, tra l'altro, intercettazioni di colloqui telefonici tra Mastella e Saladino.

Il 16 gennaio 2008 (cioé oggi), dopo il provvedimento di arresti domiciliari nei confronti della moglie Sandra Lonardo, Mastella presenta le sue dimissioni da ministro, sostenendo di essere vittima, insieme alla sua famiglia, di un attacco della Magistratura. Le dimissioni vengono respinte dal premier Romano Prodi e Mastella si riserva di decidere se confermarle nei prossimi giorni. Nel tardo pomeriggio della stessa giornata le agenzie di stampa scrivono che anche lo stesso Mastella sia indagato nell'ambito dell'inchiesta riguardante la moglie. (da wikipedia.it)

Manie di persecuzione del nostro amico? A quanto pare l'Italia é piena di pazzi assassini.

Read More...... DiggIt!Add to del.icio.usAdd to Technorati Faves

mercoledì 16 gennaio 2008

Perle di saggezza 2


“Senza esitazioni sono con Clemente e con Sandra. Dal punto di vista umano e politico. Li conosco da troppo tempo e posso testimoniare sulle loro qualità, sulla loro onestà. Non dubito che sarà tutto chiarito”.

Agazio Loiero, presidente della regione Calabria.
Imputato nel 1994 per peculato e abuso d'ufficio in uno dei tanti filoni dello scandalo dei fondi neri SISDE: l'accusa è di aver usato segretarie assunte e stipendiate dal servizio segreto civile per mettere in piedi un ufficio raccomandazioni personale. Tali capi d'accusa decadono nel 2000 per prescrizione.

A novembre 2006 riceve un avviso di garanzia in merito ad una inchiesta sulla sanità calabrese, (fonte wikipedia).


.

Read More...... DiggIt!Add to del.icio.usAdd to Technorati Faves

Perle di saggezza 1


Inauguro da oggi la rubrica "perle di saggezza" dato che la nostra politica (e non solo) le dispensa sempre.

Iniziamo con:

«Un branco selvaggio di ignoranti e di razzisti ha cacciato il Papa da un'università che ormai è la vergogna del Paese. Meritiamo che tutto il mondo ci rida dietro e ci consideri esseri inferiori».


Alessandra Mussolini
Il 9 marzo 2006, durante la campagna elettorale, nel programma televisivo Porta a Porta, in un dibattito concitato in cui l'onorevole Antonio Di Pietro la apostrofò come fascista, alla presenza del candidato di Rifondazione comunista, il transgender Vladimir Luxuria, la Mussolini affermò: « Meglio fascista che frocio. » (fonte wikipedia).


E' chiaro che la classe non é acqua...

Read More...... DiggIt!Add to del.icio.usAdd to Technorati Faves

Una bella lobby...

23 ordinanze di custodia, delle quali quattro di detenzione in carcere e 19 ai domiciliari, nonché tre ordinanze interdittive nei confronti di esponenti politici ed amministratori regionali, indagato anche l'ex ministro Mastella.

Che dire, una bella mattanza, sono molto contento che tutti gli esponenti politici si siano affrettati a porgere le loro "condoglianze" al povero Clemente.
Come a dire: dobbiamo dare un'idea di compattezza e trasparenza nei confronti del Paese.
Peccato che il loro concetto di trasparenza sia dal lato sbagliato.

Read More...... DiggIt!Add to del.icio.usAdd to Technorati Faves

Articolo sul sito nazionale


E' apparso ieri, sul sito nazionale di Sinistra Democratica l'articolo che io, Giacomo e Giovanni abbiamo scritto per portare anche il nostro punto di vista (soprattutto di studenti) all'interno del progetto della Sinistra che va delineandosi.

Per chi ha il piacere di leggerlo e magari di farmi sapere cosa ne pensa ecco il link.

Read More...... DiggIt!Add to del.icio.usAdd to Technorati Faves

giovedì 10 gennaio 2008

L'Ipod che uccide

10/01/2008 (tratto da alice.it)

Impegnati ad ascoltare musica, occhi semi-chiusi e labbra che si muovono per cantare sottotono le parole della propria canzone preferita. E poi attraversano la strada. L'utilizzo delle cuffie o della tastiera del telefonino sono due attività considerate "mortali" sia negli Stati Uniti sia in Australia.

A New York un senatore si è addirittura impegnato a formulare una legge, tutt'ora attiva, che proibisce l'utilizzo di gadget elettronici come iPod, telefoni e console da videogioco portatili mentre si attraversa la strada, pena una multa di 100 dollari. A un anno di distanza, ora tocca all'Australia, i cui teenager sono in fase di estinzione proprio per l'utilizzo di un iPod mentre attraversano la strada.

Le forze di polizia del New South Wales hanno rinunciato a formulare leggi e hanno così preferito una campagna pubblicitaria piuttosto forte, basata sul sensazionalismo e sulla paura, in cui si vedono alcune giovani vittime contornate dalle cuffie del loro prezioso iPod, in pieno stile CSI.

Lo scopo dell'agenzia creativa DDB è quello di focalizzare l'attenzione sul pericolo e sulla leggerezza con cui i teenager si isolano in un proprio mondo, scordandosi delle regole di sopravvivenza in quello reale, una per tutte, "guardare prima di attraversare". In verità, anche se nella campagna appare un iPod come causa della disattenzione, è proprio la sua presenza che può riscattare la distrazione delle giovani masse, cioé se non sono troppo impegnate ad ascoltare piuttosto che a guardare la pubblicità.



Ovviamente non si parla solo di I Pod, ma di lettori Mp3 in generale... Io ora vorrei formulare due quesiti: primo: é vero che i giovani "teenagers" preferiscono isolarsi nelle loro abitudini quotidiane, lasciando strada ad un acceso, ma rischioso "conformismo individualista"? (il cui esempio principe direi é il giovane che va in giro ascoltando la musica ovunque, disinteressandosi di quello che accade attorno a lui, ma ascoltandola con un elemento comune e tipico "di tendenza" come L'Ipod).
Secondo quesito: la tendenza ad estraniarsi dalla realtà (accostandosi ad essa solo per tipici elementi di massa) é sintomo di un disagio sociale giovanile, i cui orizzonti e prospettive si fanno incerti e i rapporti sociali tendono a sterilizzarsi?
Ovviamente i quesiti rispecchiano la mia opinione personale;)

Read More...... DiggIt!Add to del.icio.usAdd to Technorati Faves

mercoledì 9 gennaio 2008

The Mummer Dance

video

Read More...... DiggIt!Add to del.icio.usAdd to Technorati Faves

Finito Harry Potter!

Ieri pomeriggio mi rigiravo le mani e alla fine non ce l'ho più fatta, sono corso in centro e ho comprato il settimo libro di Harry Potter.
Tornato a casa l'ho aperto e sono stato a leggere (tranne una pausa di cinque minuti per mangiare) fino alla fine.
Libro terminato: ore 4.02 am.

Troppo a caldo per dare un commento, comunque posso dire che é veramente bello, completo, intricato, intrigante, emozionante, a tratti commovente.

Read More...... DiggIt!Add to del.icio.usAdd to Technorati Faves

martedì 8 gennaio 2008

Alcuni ricordi dei 19 anni

Posto alcune foto della mia festa di compleanno il 14 Dicembre (ho scaricato solo ora le foto dalla macchina..;)

Tutte le altre le potete visionare su flickr.

Una panoramica:


Chiara e Maggie:


Io:

Read More...... DiggIt!Add to del.icio.usAdd to Technorati Faves

lunedì 7 gennaio 2008

Non sapevo di far parte dei giovani democratici...


Interessante segnalazione mi é pervenuta questa mattina.
Mi é stato detto che c'era una mia foto sul sito del PD! All'inizio non ci credevo (conservo ancora un po' di fiducia nei nostri ex compagni), ma poi sono andato a vedere e PUFF! si é materializzata davvero.
Si perché nella sezione "manda la tua foto democratica" é stata postata proprio la foto dell'incontro organizzato dai DS (antecedente alle amministrative di Desenzano, quindi non DOPO la fondazione del Partito Democratico ma ben prima) con Piero Fassino, nella fattispecie la foto che abbiamo fatto noi ex giovani della Sg con il beneamato e defunto segretario.

Vi posto lo straordinario link e la foto perché possiate vedere.

PS: volete la mia foto democratica: eccola, questa é la DEMOCRAZIA del nostro Paese.

PPS: non tesseratemi almeno il cane o il nonno morto, dato che il primo non ce l'ho e il secondo é vivo e vegeto!

Read More...... DiggIt!Add to del.icio.usAdd to Technorati Faves

giovedì 3 gennaio 2008

Messaggio a tutti i blogger italiani

Ricevuto e diffuso cortesemente dalla Tenda nel Deserto.


L’anno che si sta concludendo è stato difficile ed aspro. Certo, alcuni di noi hanno raggiunto traguardi importanti… ma si tratta di risultati personali, che, per quanto ci riempiano di gioia e di legittimo orgoglio, non incidono sulla vita di tutti.

Il 2007 ha visto troppe promesse non mantenute, troppi rinvii, troppe prese di posizione generate dalla volontà di conservare il proprio orticello felice piuttosto che dal desiderio di agire concretamente per pacificare e rifondare l’Italia.

In democrazia vince la maggioranza, ci insegnano. Ma chi può sostenere onestamente che la maggioranza degli Italiani non voglia una vita serena per sé, per i propri cari, ma anche per gli sconosciuti? Chi può cercare di convincerci a rinunciare alla nostra umanità, alla solidarietà, alla dignità nostra, dei nostri connazionali – ovunque si trovino – come pure di tutti gli esseri che abitano questa terra?

L’anno trascorso ha visto spesso la volontà popolare travisata, non considerata o strumentalizzata per fini propri – dalla richiesta di rinnovamento di un sistema che non funziona, né in economia, né nella sanità, o nell’istruzione o nella politica, al rifiuto del nucleare nuovamente messo in discussione, al procrastinare sine die l’emissione di una legge che regolamenti la gestione dell’informazione, all’approvazione affrettata di un indulto di cui hanno beneficiato i soliti noti – cercando di farla passare per “clemenza” nei confronti dei carcerati per reati minori.

Neppure nel campo del lavoro si è verificato quel cambiamento di rotta, quella stabilizzazione che in tanti auspicavamo, in cui in tanti abbiamo creduto. Abbiamo assistito invece ad un’impressionante sequela di morti sul lavoro, la più eclatante delle quali, sia per numero di vittime che per il luogo in cui è avvenuta, ha risvegliato – forse – le coscienze sopite, con promesse di leggi ad hoc.

Abbiamo assistito ad inchieste revocate, censure appioppate, esternazioni tollerate, richieste di grazia discutibili, prese di posizione indifendibili… all’arrogarsi il diritto di cercare accordi di modifica a leggi statali da parte di chi non ne è legittimato… perfino alla messa a punto di topi che non hanno paura dei gatti… ma se invece di inventare qualcosa di cui nessuno sentiva la mancanza gli scienziati si impegnassero a realizzare il siero della verità – e fosse ammesso come prova nei procedimenti giudiziari?

Indipendentemente dalle convinzioni politiche, pensiamo sia evidente a tutti che in quest’anno che si sta concludendo ha predominato ancora una volta la logica degli interessi personali, dei particolarismi, degli egoismi – a cui ha fatto da contraltare, peraltro solo in alcuni casi, l’elargizione condiscendente di quanto in un mondo civile sarebbe meno del giusto e un continuo fare a chi urla più forte.

Non vogliamo scadere nel qualunquismo – le differenze ci sono sempre, e dovunque. Ma vogliamo fare una richiesta a tutti, siano essi italiani, politici, amministratori, cittadini comuni, associazioni, italiani all’estero o stranieri in Italia – una richiesta che per noi è un impegno costante.

Non abbiamo bisogno di altre leggi, di stravolgimenti o di beneficenza. Abbiamo una legge che contiene tutto quello che è necessario. E non è comunista, o democristiana o liberale. E’ super partes, ed è talmente bella e giusta che è costata sangue.

RISPETTIAMO E METTIAMO IN PRATICA LA COSTITUZIONE.

Questa è la proposta che noi facciamo a tutti gli italiani per il 2008...

Invitiamo tutti i bloggers che condividono la nostra proposta a postarla nei loro siti – citando cortesemente la fonte – per la massima diffusione possibile.

Hanno aderito finora:
http://www.arpaspada.blogspot.com/
http://franca-bassani.blogspot.com/ http://tanuccio-diariodibordo.blogspot.com/ http://www.diario_di_bordo.ilcannocchiale.it/ http://www.strageustica.altervista.org/ http://cornettiecappuccino.blogspot.com/ www.socialambientalismo.blogspot.com
http://solleviamoci.blogspot.com/
http://italianiestero.blogspot.com/
http://vogliadisinistra.blogspot.com/ http://latendaneldeserto.typepad.com/latendaneldeserto/
http://iltempiodelmoralizzatore.blogspot.com

Read More...... DiggIt!Add to del.icio.usAdd to Technorati Faves